Crazy, Stupid, Love

Crazy, Stupid, Love

Un film che mi ha davvero sorpreso e conquistato, sono andata a vederlo senza tante aspettative, non mi aveva attirato più di tanto, ma per una volta non avevo scelto io il film da vedere. Una storia d’amore e di amicizia, una commedia divertente ma anche piena di dolcezza, romanticismo e di riflessioni profonde sulla crescita e su quello che davvero conta. Episodi che ruotano tutti intorno ad una famiglia, in crisi per via del tradimento della moglie con un collega, episodio che porterà il marito ad andare via di casa e trovare consolazione in un bar. Qui incontra un ragazzo, un vero latin lover, che decide di dare una mano a George, trasformandolo in un depresso uomo di mezza età ad un passo dal divorzio, in un affascinante e interessante conquistatore. Ma le avventure di una notte non sono quello che George vuole, sogna la sua famiglia, sua moglie e cerca lentamente di ricreare l’atmosfera di un tempo. Intorno a questa vicenda, assistiamo ai primi amori giovanili del figlio innamorato della sua anima gemella, la sua baby sitter, a sua volta invaghita di un uomo molto più grande di lui. A completare lo scenario il latin lover, che dopo mille donne, si trova suo malgrado di fronte al vero amore, una ragazza totalmente diversa dalle altre, che lo conquista portandolo addirittura a conoscere la sua famiglia. Intrecci tra i personaggi e vari colpi di scena rendono la narrazione frizzante, gag e situazioni divertenti rendono questo film molto piacevole, allegro ma non privo di profondità.

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *