La mia primavera digitale

La mia primavera digitale

Ebbene si, ho ceduto anch’io, mi sono convertita agli ebook.Sarà stato tutto questo parlare di primavera digitale, le offerte sugli ebook, gli ebook reader da provare al Salone del libro, il progresso,la tecnologia…e ho comprato il Kindle Touch di Amazon.

In realtà già un paio di mesi va ho avuto una piccola crisi, pensavo se diventare anche io una lettrice digitale, analizzo pro e contro, ma alla fine non mi ero convinta del tutto, amavo troppo i libri cartacei per tradirli così!Le copertine colorate,i segnalibri, le orecchie e le sgualciture che personalizzano un libro, quel poter sottolineare e prendere appunti, sensazioni così uniche e care da non poterci rinunciare.Dopo un pò di tempo però mi è ritornata in mente l’idea degli ebook, in questo periodo sto leggendo molto di più e alcuni libri non sono così pratici da portarsi in giro per la città, soprattutto quando ci si trova in tram super affollati e a malapena si ha il proprio spazio vitale. Dopo aver finito di leggere Anna Karenina e Il quinto giorno, libri entrambi di più di 1000 pagine e quindi con un loro bel peso, ho ripensato ai vantaggi pratici di avere un ebook reader e ho cominciato a documentarmi un pò.

Guardando su internet recensioni di esperti e commenti di altri lettori, alla fine mi sono convinta a prenderne uno e la mia scelta è ricaduta sul Kindle. Rispetto ad altri che ho potuto provare l’ho trovo molto semplice ed immediato, non cerco un prodotto che abbia mille funzioni, ma un supporto digitale per poter leggere bene, senza stancarmi gli occhi, qualcosa di pratico ed efficiente e tra i tanti mi è sembrata la scelta migliore. In realtà lo preferivo non touch, ma questa versione aveva delle particolarità in più e quindi mi sembrava un buon compromesso.
Sia chiaro, non è che non comprerò più libri cartacei, continuerò a prendere d’assalto i reparti d’arte e d’architettura e non mancherò di comprare manuali e libri fotografici, ma per i romanzi e i saggi, trovo molto più comodo leggerli in formato digitale.Un modo per avere un peso in meno quando viaggio e mi sposto e soprattutto per guadagnare un pò di spazio nella mia piccola casetta riempita ormai da colonne di libri e riviste.

Share

Comments

  1. Ehehe… anche io ho ceduto. ma per una ragione ben precisa, perché con questa storia della casa editrice ci arrivano valanghe di dattiloscritti ed è ovvio che non possiamo stamparli tutti per leggerli, ma al pc è impossibile.
    per quanto riguarda la lettura di piacere, vorrei continuare ad comprare carta o anche a prenderli in biblioteca. avevo già letto degli ebook sul kindle di mia sorella e non è male, però io alla carta sono troppo affezionata 😉

  2. guarda io tra libri comprati e libri della biblioteca da finire ancora non ho iniziato nemmeno a usarlo!!Anche io sono troppo attaccata ai libri cartacei..pensa che ieri cercavo una libreria per casa mia e al pensiero di avere solo ebook e pochi libri di carta mi sentivo tristissima!mi piace avere la casa piena di libri!però effettivamente il kindle ha i suoi vantaggi..cercherò di dividermi tra carta e digitale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *