Libreria:come scegliere quella giusta

Libreria:come scegliere quella giusta

Per quanto poco si possa essere interessati alla lettura, in tutte le case c’è sempre bisogno di una libreria, grande o piccola che sia è un mobile che all’interno delle abitazioni non manca mai. Tutti infatti hanno tra i propri oggetti una serie di libri che si sono accumulati durante il tempo, libri di ricette, di viaggi, alcuni classici della letteratura, trovati magari negli inserti delle riviste oppure regalati da una persona cara. Per non parlare poi dei grandi appassionati che per lavoro o per passione possiedono anche centinaia di libri e manuali, tanto da non sapere più dove sistemarli. E poi diciamolo, una bella libreria fa sempre un certo effetto, dal punto di vista dell’estetica e dell’arredamento è capace di dare un tocco in più al salotto o allo studio.

In commercio esistono tanti tipi diversi di librerie, da quelle classiche alle ultime novità del design, ci sono quelle molto grandi e capienti e quelle invece molto più piccole da collocare magari in alcuni punti strategici della casa. Ognuno ha le proprie esigenze e i propri gusti e una volta che sappiamo quanti libri abbiamo e lo spazio a nostra disposizione possiamo avvicinarci alla scelta della nostra libreria.

La libreria modulare

Partiamo da un modello abbastanza classico, molto capiente, adatto sia per i libri che per altri oggetti, come soprammobili e ricordi vari, stiamo parlando di un mobile componibile, modulare chiamato “Vita” e prodotto dalla MDF Italia.

Questo mobile è composto da una serie di moduli quadrati con mensole e contenitori vari, realizzati in pannelli di fibra di legno a media densità laccati bianco opaco, la struttura che sostiene la griglia dei moduli è in acciaio e può essere sospesa a parete oppure con lo scarico a terra.
Ogni quadrato misura 60 cm di lato, la profondità delle mensole è di 22 o 33 cm, la profondità dei contenitori è di 35 cm.

La presenza dei moduli permette di assemblare e cambiare la propria libreria come e quando si vuole secondo le proprie esigenze, sul sito della MDF c’è addirittura un programma realizzato appositamente per offrire una serie di simulazioni per avere composizioni diverse.

In nome stesso del mobile “Vita” deriva da Game of Life (“Gioco della Vita”), un linguaggio di sette lettere che produce sequenze ordinate secondo regole di gusto e funzionalità, creato dal matematico John Conway alla fine degli anni sessanta.

In questo modo possiamo creare il nostro mobile, cambiarlo, aumentare lo spazio, unendo le nostre esigenze pratiche a quelle estetiche.

La libreria eco – sostenibile

Libreria dal design molto semplice, elegante e minimalista, e con un attenzione all’ecologia, è “Ecco”, progettata dal designer Ora Ito in collaborazione con l’azienda francese Artelano.

Assemblata completamente senza viti tramite il semplice incastro dei vari componenti modulari che la compongono, la libreria “Ecco” è un prodotto completamente eco- sostenibile, realizzata esclusivamente con materiali riciclati.

Disponibile in due diverse colorazioni, bianco o nero, ha una finitura opaca, le dimensioni sono 200x40x65 cm, è un mobile molto leggero, facile da spostare e da montare…continua a leggere

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *