Lo rifarei!

Lo rifarei!

Ogni tanto amo leggere le biografie, che si tratti di artisti del passato o di personaggi di oggi, l’importante è che mi incuriosiscano, che abbiano qualcosa da raccontare di unico, di originale, di personale. “Lo Rifarei!” è il primo libro scritto della ex vj oggi mamma e conduttrice Camila Raznovich,una biografia molto singolare,  uscita già da qualche anno e che mi ha subito incuriosito perchè parla principalmente dell’infanzia unica che lei ha vissuto, dei suoi primi dieci anni di vita, trascorsi in maniera del tutto anticonvenzionale. I genitori di Camila erano infatti seguaci di Osho, mistico famoso che negli anni ’70 cominciò a fondare in diversi parti del mondo comunità spirituali attirando una gran quantità di fedeli, persone che decidevano di abbandonare tutto  per seguire i suoi insegnamenti e intraprendere una ricerca interiore. Uno stile di vita molto alternativo, che comprendeva la condivisione di tutti gli spazi, di tutti gli oggetti,una vera e propria comune lontana dalle regole e dalle consuetudine della società moderna. Camila passa i primi suoi dieci anni della sua vita in questa comunità, tra spostamenti continui, allontanamenti dalla propria famiglia, abitudini e riti quotidiani totalmente diversi da quelli dei suoi compagni di classe.Chi meglio di lei può descrivere quello che succedeva in questi luoghi, l’ambiente, le usanze, le ipocrisie e i conflitti. Tramite le sue esperienze dirette, Camila riesce a mettere in luce in modo consapevole le ombre e le difficoltà del vivere di queste comunità, apprezzandone però allo stesso tempo gli aspetti belli e positivi. Uno stile di vita totalmente sconosciuto ai più:bambini spesso lasciati completamente liberi, senza controllo di persone più grandi, con la più vera e completa condivisione di tutto, dai giochi al cibo.Un modo di sentire e vivere la vita differente, che non era però esente dal tutto da invidie e gelosie, presto infatti la sua famiglia è costretta ad allontanarsi dalla comunità per via di alcuni conflitti nati per questioni economiche e di potere.”Lo Rifarei!” è la storia di un’infanzia unica, anticonvenzionale, esperienze che hanno formato l’autrice e l’hanno resa quella che è oggi, una storia che lei non rinnega, ma che apprezza con tutti i pro e i contro che essa può avere. Un libro molto scorrevole, 200 pagine che si leggono in poche ore, con facilità e grande curiosità.Un modo per conoscere dall’interno un ambiente spesso idealizzato o demonizzato, capace in ogni caso di suscitare in noi un grande interesse.

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *