Il calendario perpetuo

Il calendario perpetuo
Settembre è un mese particolare, è un mese di nuovi inizi e di progetti.
Si ritorna al lavoro dopo le vacanze, riparte un nuovo anno scolastico, si cominciano corsi e nuove attività. Per questo forse in questo periodo molti ripensano anche all’organizzazione delle agende e dei diari e a tutto quello che riguarda il tempo e la routine quotidiana.
Io quest’anno ho pensato in particolar modo ai calendari.
Non a quelli classici cartacei, ma a qualcosa capace di durare nel tempo, un oggetto che scandisca le mie giornate oggi come tra un anno, un compagno fedele di viaggio che non mi lasci mai, ma che che ci sia sempre, in perpetuo.
 calendarioperpetuo

1. “One Calendar” by Jeong Yong

Tre anelli concentrici, ognuno con una dimensione e uno scopo differente, il cerchio più grande rappresenta i giorni, quello intermedio indica i mesi, e il più piccolo invece serve per i giorni della settimana. Uniti da un magnete, la loro intersezione fornisce tutte le informazioni che ci servono per la determinare la data del giorno.

2. “La ruota del tempo” by Enrico Azzimonti per Diamantini&Domeniconi

Il tempo scorre inesorabile, come una ruota che non si ferma mai. Allo stesso modo questo orologio composto da tanti dischetti sovrapposti, non sta mai fermo, ogni giorno si ruota un ingranaggio e appare sotto i nostri occhi la data desiderata.

3. “Timor” by Enzo Mari per Danese

Un calendario storico, un pezzo che ha fatto la storia del design firmato da uno dei più grandi maestri italiani. Un piedistallo in abs con in cima una serie di fogli disposti a ventaglio che composti insieme scandiscono lo scorrere del tempo.

4. “Round & Round Calendar” by David Weatherhead per Seletti

Di nuovo tre cerchi di differenti dimensioni, questa volta però non sono uniti, ognuno è a sé stante, ma insieme forniscono tutte le informazioni necessarie per farci capire in quale giorno ci troviamo.

5. “Roll” by Studio Sovrappensiero per Incipit Lab

Semplice e originale allo stesso tempo, un calendario a scorrimento verticale composto da due nastri paralleli.
Share

Comments

  1. Il mi preferito è Timor… peccato sia ancora nelle mia lista dei desideri…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *