Novità di design dal Salone: Pianca

Novità di design dal Salone: Pianca
Come vi avevo già accennato, quest’anno causa maternità non sono potuta andare al Salone del Mobile di Milano. Ho cercato però di rimanere informata grazie ai resoconti delle mi altre colleghe blogger di Home Style Blogs e tramite articoli e cartelle stampa. Curiosando in giro ho visto alcune novità interessanti e soprattutto ho scoperto alcune aziende che ancora non conoscevo. Oggi vi voglio parlare proprio di una di queste, dell’azienda italiana Pianca e lo voglio fare attraverso alcuni dei loro prodotti di design.
Inizio con il complemento d’arredo che più di tutti mi ha rubato il cuore: il tavolo Confluence di Xavier Lust.
pianca2
Un tavolo che riesce secondo me ad essere essenziale e raffinato allo stesso tempo, è minimale ma anche molto elegante, un bellissimo oggetto di design che da solo diventa protagonista di una stanza. Mi hanno subito colpito le gambe, così sinuose e morbide, si piegano su loro stesse per dar vita ad un basamento unico caratterizzato da un gioco di luci e di riflessi dovuti al materiale, l’acciaio e alla sua finitura. A completare il tutto c’è il piano del tavolo che quasi sembra levitare su questo intreccio di linee fluide.
pianca10
Un piano realizzato in legno e disponibile in diverse forme (rettangolare, tondo o ovale) e in differenti finiture (laminato bianco o nero oppure bordato in essenza borgogna).
Volete sapere qual è la mia versione preferita?
Il tavolo con gambe in acciaio e ripiano nero, per me il massimo  dell’eleganza.
pianca3
Un prodotto di design molto ben riuscito, oltre infatti alla sua bellezza e alla funzionalità, è un tavolo capace di adattarsi a qualsiasi contesto e stile, caratteristica importante soprattutto di questi tempi quando le mode e i gusti cambiamo continuamente. Confluence è un tavolo molto versatile, può andare bene in un’ambiente più formale e minimale, ma anche in una casa di design piena di colori e arredi importanti. Per rendervene conto meglio basta guardare il tavolo Confluence affiancato a due differenti tipi di sedute sempre firmate Pianca.
Incominciamo con la seduta minimale Intro del designer Odo Fioravanti.
 pianca5
Si tratta di una sedia molto interessante, semplice e con un design molto essenziale, che possiede però un carattere spiccato. È una seduta “introversa”, ricorda cioè una persona un pò timida e riservata che tiene le braccia incrociate dietro la schiena. Particolari come i due occhielli sul davanti e la cintura continua posta dietro sullo schienale servono per sottolineare questo suo carattere e sono al tempo stesso accorgimenti tecnici studiati per rendere la seduta più confortevole. Lo schienale realizzato a stampo in poliammide è molto ampio e la struttura in metallo è stata realizzata in modo da essere leggera e permetterci di spostare con facilità la sedia e impilarla una sull’altra.
 pianca4
Il tavolo Confluence abbinato alla sedia Intro crea un ambiente elegante, minimale, adatto per uno spazio di lavoro, per un ufficio di una certa importanza, o per una casa di design, per gli amanti dello stile essenziale e le linee pulite.
 pianca6
Guardate invece come mantenendo sempre lo stesso tavolo e modificando solo il tipo di seduta l’effetto di insieme dell’arredamento può cambiare. Al tavolo Confluence sono state abbinate le poltroncine colorate Esse del designer Philippe Tablet. L’ambiente pur rimanendo raffinato è più allegro e informale, adatto magari ad una coppia o una giovane famiglia.
pianca7
La poltroncina Esse secondo me è la seduta perfetta per il tavolo Confluence: anche lei come il tavolo ha una linea molto sinuosa, curve morbide abbinate però alla possibilità di avere un rivestimento in tessuto colorato che porta un tocco insolito e vivace all’insieme. Una seduta comoda e accogliente realizzata in poliuretano espanso, un complemento d’arredo che ha presenza scenica di una piccola scultura.
pianca9
pianca8
Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *