Una cena dal gusto retrò:La Forêt Noire

Una cena dal gusto retrò:La Forêt Noire
by

Prendiamoci una piccola pausa dai regali da fare, dalle decorazioni per la casa, dai pacchetti, dai cenoni e da tutto quello che riguarda il  Natale e le feste.

Oggi vi porto al ristorante, ma non in uno qualsiasi, andiamo vicino a Lione, a Chaponost nel nuovo ristorante La Forêt Noire realizzato dallo Studio Claude Cartier Décoration.

la-foret-noire1

Perchè vi porto proprio qui?

Lo ammetto, non per la cucina.

Sicuramente si mangerà benissimo, ma il motivo del mio invito è legato al suo arredamento che mi ha conquistato al primo sguardo.

la-foret-noire2

Guardate anche voi le immagini degli interni del ristorante: non vi sembra di essere in un locale parigino degli anni 20?

Ambienti eleganti, raffinati, contrasti di materiali importanti come il marmo del pavimento e il velluto dei divanetti, attenzione ai dettagli, arredi di design:tutto è assolutamente perfetto.

Un ambiente dal sapore art deco.

la-foret-noire6

Uno dei motivi per il quale mi piace molto l’arredamento di questo ristorante è per la presenza di alcuni arredi di Gebrüder Thonet Vienna GmbH.

Le sedute Bodystuhl potete vederle presenti in quasi tutto il locale, eleganti, sofisticate, devono le loro forme sinuose al legno di faggio curvato con grande maestria.

la-foret-noire3

la-foret-noire9

la-foret-noire4

Vicino al bancone è protagonista invece lui: l’iconico sgabello Cirque.

Ideato da Martino Gamper, questo arredo è un’omaggio al mondo del circo, un gioco di cerchi che si incastrano tra loro dando carattere e originalità ad una seduta davvero unica.

la-foret-noire8

la-foret-noire5

L’attaccapanni Waltz è l’omaggio che il duo italo-danese GamFratesi ha voluto rendere omaggio origini viennesi del marchio.

Un attaccapanni da parete modulare ispirato alla leggerezza dei passi del più antico e noto tra i balli da sala, il Valzer, da cui lo stesso nome.

la-foret-noire10

Che ne dite allora di questo ristorante?

Possiamo ordinare?

la-foret-noire7

Fotografie di Erick Saillet and Guillaume Grasset

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *