Infissi in pvc: la mia scelta

Infissi in pvc: la mia scelta
by

Quando si decide di acquistare casa e si incomincia a visitare gli appartamenti, uno degli aspetti più importanti da valutare è lo stato degli infissi.

Lo sappiamo bene: porte e finestre sono fondamentali per garantire il giusto mantenimento della temperatura interna della casa, il loro buono stato e il materiale con il quale sono realizzati permettono di evitare spifferi, dispersioni di calore e di conseguenza possono farci risparmiare sui consumi per il riscaldamento e il raffreddamento della nostra casa.

Tra le spese di ristrutturazione, quelle relative alla sostituzione degli infissi possono essere davvero considerevoli.

Ci sono tanti elementi da valutare: il numero e l’ampiezza degli infissi che bisogna sostituire, i materiali che decidiamo di utilizzare, il costo della manodopera che effettuerà tutti i lavori.

Casa mia non è molto grande, ma ha molte finestre e balconi, e quando l’abbiamo acquistata ci siamo subito resi conto che dovevamo assolutamente cambiare tutti gli infissi dato che, oltre ad essere esteticamente rovinati, erano danneggiati e non sarebbero stati in grado di svolgere correttamente il loro lavoro.

Come prima cosa ci siamo informati sui differenti tipi di materiali disponibili e sulle loro caratteristiche.

Bisogna decidere tra legno, alluminio e pvc.

Noi abbiamo scelto il pvc perché ci sembrava un ottimo compromesso tra qualità e prezzo: è un materiale resistente, che dura nel tempo, facile da pulire e con costi contenuti.

Il pvc, detto anche cloruro di polivinile, è un materiale molto versatile, facile da lavorare e può quindi essere facilmente personalizzabile, si possono cioè scegliere dal punto di vista estetico diversi profili, forme e finiture.

Gli infissi in pvc possono essere colorati o ricreare effetti particolari (come ad esempio le venature del legno) o possono essere addirittura bicolori.

Inoltre esistono dei modelli con caratteristiche particolari, possono essere ad esempio blindati o a taglio termico.

Io ho scelto gli infissi a taglio termico (per avere maggiore isolamento) e di colore bianco sia per la parte interna che esterna, la finitura adatta per dare luminosità e integrarsi con qualsiasi arredo e accessorio della casa.

Mi ricordo che quando abbiamo deciso di sostituire i nostri infissi mi ero fatta un elenco di diverse ditte da contattare per avere un preventivo dei costi.

Ho mandato non so quante email e ho perso davvero tanto tempo per riuscire a recuperare dei preventivi completi da confrontare tra di loro.

Ora per fortuna ci sono metodi molto più efficaci, pratici e veloci.

Se avete bisogno di un preventivo per i vostri infissi in pvc (o in qualsiasi altro materiale) vi consiglio di andare sul sito di Infissi365 dove semplicemente compilando una scheda, potete ottenere fino a 5 preventivi.

Dal 2006 sono stati introdotti periodicamente gli incentivi fiscali, quindi se decidete di sostituire i vostri vecchi infissi con nuovi modelli potete usufruire di una aliquota dell’iva più bassa.

Se oltre al cambio degli infissi, state svolgendo dei lavori di ristrutturazione, potete accedere alla detrazione fiscale pari al 65% dell’importo della spesa.

Un motivo in più per pensare a sostituire i vecchi infissi di casa, con qualcosa di più moderno, resistente e conveniente.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *