Arredare con la musica:mobili per i vinili

Arredare con la musica:mobili per i vinili
by

Una delle richieste più frequenti negli ultimi mesi, riguardano degli oggetti che spesso si pensa siano diventati fuori moda, e che invece stanno vivendo un nuovo successo: sto parlando dei vinili.

Si avete capito bene, sto parlando dei classici vecchi dischi, i famosi 33 giri.

Ovviamente da me non si aspettano consigli musicali, ma mi chiedono indicazioni su come poterli conservare, dove e come posizionarli, insomma hanno bisogno di una soluzione per trovare loro il giusto posto all’interno della casa.

E non pensate che si rivolgano a me solo signori di una certa età, persone nostalgiche che non vogliano rassegnarsi a cd e mp3, la maggior parte delle persona che mi chiedono consigli sono giovani, coppie alle prese con le prime convivenze, che vorrebbero trovare una soluzione che accontenti tutti (sia chi ama il gusto retrò dei dischi in vinile, sia chi invece si preoccupa che questi vecchi cimeli ingombrino troppo).


Ecco qualche consiglio su come sistemare i vinili in casa:

Il mobile porta vinili

Una soluzione pratica può essere il classico mobiletto: un complemento d’arredo progettato apposta per gli appassionati di musica e pensato proprio per ospitare il giradischi e un certo numero di vinili.

Non è così facile trovarli in commercio e ancora più difficile è trovare qualcosa di veramente originale e di design.

Qui potete trovare un modello piuttosto semplice e minimale.

Un consiglio può essere quello di girare un po’ nei mercatini alla ricerca di qualche mobile vintage, o di guardare su internet su siti come Ebay per trovare qualche arredo nella sezione usati.

Con pazienza e un pizzico di fortuna si può trovare il mobile che vi serve e magari con qualche modifica e piccoli interventi diventare un complemento d’arredo attuale.


Le librerie

Un’alternativa ai classici mobili che possono essere troppo ingombranti o esteticamente impegnativi, sono le librerie.

Cercate dei modelli abbastanza profondi (almeno di 33-34 cm) e poi scegliete in base al vostro gusto e all’arredamento.

Potete anche pensare di far realizzare una libreria su misura, con il cartongesso si possono realizzare soluzioni utili e a basso costo.

Anche i portariviste possono essere riadattati per diventare comodi e originali porta vinili.


Mensole e scaffali

 Perchè nascondere i propri vinili?

I collezionisti vanno orgogliosi dei loro dischi e perchè allora non appenderli in bella mostra?

Le opzioni sono diverse: esistono diverse tipologie di mensole che permettono di sorreggere e mostrare i propri dischi preferiti.

Qui trovate Strum Shelf di Umbra.

Si possono esporre i dischi come se si trattasse di quadri, di opere d’arte utilizzando delle mensole poco profonde.

Qui potete trovare delle mensole molto semplici ed economiche.

Potete realizzare voi stessi dei quadri in legno per esporre la vostra collezione di vinili, qui trovate le istruzioni per realizzarli.

Avete talmente tanti vinili che non sapete quale appendere e quali no?

Se vi servono mensole più capienti potete scegliere tra lo scaffale UBD o il contenitore TEEnyle.


Creatività

A volte le soluzioni più semplici ed efficaci sono sotto i nostri occhi e nemmeno ce ne accorgiamo.

Guardando intorno magari possiamo scoprire che un elemento di una vecchia libreria, una scatola in legno, un cubo in metallo, un comodino o una seduta un po’ particolare possono trasformarsi e volgere una funzione differente da quella che noi pensavamo.

Cercate in cantina, nella casa delle vacanze, fate un giro nei mercatini o su internet, e all’improvviso potreste trovare il vostro perfetto porta vinili!

Credits


Share

Comments

  1. articolo molto bello Rosaria, ricco di spunti
    anche io disegno mobili per vinili, se ne cercate uno definitivo, che risolva i problemi sia dei piccoli che dei grandi collezionisti
    grazie
    http://www.dodicipollici.com/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *