Tra arte e design: Nartist

Tra arte e design: Nartist
by

Una delle sezioni del blog si intitola “Tra arte e design”: ho deciso di crearla per poter raccogliere una serie di post che in qualche modo analizzano questo speciale rapporto che esiste tra due discipline secondo me molto simili e complementari.

Proprio in questa rubrica ho deciso di presentarvi oggi un progetto molto particolare, una piattaforma web nata con lo scopo di far incontrare protagonisti differenti tra loro legati al mondo dell’arte e dell’industria e farli collaborare e dialogare tra loro.

Sto parlando di Nartist:

La nuova realtà in cui arte, collezionismo e industria si incontrano per creare valore.

Ma di cosa si tratta esattamente?

Come sapete non è sempre facile per gli artisti farsi conoscere, mostrare i propri lavori, trovare clienti o persone interessate a quello che fanno.

Al di fuori di certi ambienti è difficile palare di arte, presentarla al pubblico e fare in modo che arrivi all’interno delle abitazioni.

Il Gruppo Doimo, realtà assai nota nel comparto dell’arredamento, ha cercato di sviluppare un progetto dove poter parlare concretamente di arte, creare sinergie e collaborare attivamente per poter diffondere la creatività a farla arrivare in maniera più facile e diretta alle persone.

In questo modo possono nascere nuove creazioni uniche e interessanti, prodotti personalizzati come quelli che sono stati presentati all’ultimo Salone del Mobile di Milano.

Se non ci siete stati, ecco un breve video dello stand del Gruppo Doimo al Salone che vi farà capire, meglio di tante parole, il progetto Nartist e le opere che possono nascere da questi fortunati incontri creativi:

Mobili e salotti dialogano con il mondo dell’arte, dipinti e tele vengono integrate nell’arredo in maniera nuova e originale.

Tutto questo avviene attraverso un brevettato sistema di applicazione amovibile di una tela o di un tessuto su un supporto fisso che si trova all’interno del complemento d’arredo, il quale può essere un divano, una madia o un’anta di un armadio o di un mobile.

L’arte entra a far parte in modo attivo di un progetto di arredo, diventa un elemento fondamentale per la personalizzazione di un complemento, un valore aggiunto di notevole impatto.

Le cornici-inserto sono progettate non solo per essere integrate perfettamente con il complemento d’arredo, ma permettono anche l’intercambiabilità delle opere d’arte, è possibile quindi decidere dopo un po’ di tempo di sostituire l’immagine con un’altra tela, in modo da poter fruire sempre di immagini nuove e interessanti.


Allo Stand del Gruppo Doimo del Salone del Mobile di Milano, oltre al progetto Nartist,  sono state presentate diverse novità per quanto riguarda il mondo del living.

Protagonisti assoluti i divani: tanti modelli, differenti forme, ma una sola grande attenzione alla qualità e al dettaglio.

Eleganti, ricercati, colpiscono per la finitura dei materiali, per la ricerca estetica che si manifesta anche nei più piccoli dettagli.

A completare l’offerta per il living i complementi d’arredo Doimo Design: una vasta gamma di librerie modulari, contenitori, mobili componibili, tutto quello che occorre per rendere il proprio soggiorno accogliente, raffinato e funzionale.

Un luogo da amare e da condividere con i propri cari.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *