Una casa che rispetti l’ambiente

Una casa che rispetti l’ambiente
by

Esiste un comparto dell’edilizia che, anno dopo anno, sta conquistando il mercato Italiano: è la bioedilizia che si pone come obiettivo la realizzazione di costruzioni “naturali”.

Queste rientrano nell’architettura sostenibile, che crea edifici a basso consumo energetico e che utilizzano al meglio le risorse naturali.

Sono strutture spesso in legno, realizzabili in circa sette o otto mesi: tempi molto ridotti se messi a confronto con quelli di un edificio classico.

In Italia abbiamo degli esempi molto famosi, come il Palazzo Italia di Expo Milano 2015, la cui facciata cattura agenti inquinanti, o case private, che utilizzano al meglio le materie prime, sparse per le città italiane.

Nell’edizione 2017 di Made Expo Milano, la biennale dedicata al settore delle costruzioni, queste strutture sono state al centro dell’attenzione, ancor di più degli altri anni.

Non si parla solo di nuove costruzioni, ma anche di interventi di ristrutturazione che migliorano l’efficienza delle abitazioni.

Quali lavori possiamo realizzare per rendere le nostre case più “bio”?

Ecco due esempi facili ed efficaci.


Installare un cappotto termico

Un intervento semplice che ti permette di consumare meno energia per riscaldare o raffreddare la casa senza sprechi è l’installazione di un cappotto termico.

Con un piccolo investimento, inoltre, ti permetterà di avere un notevole risparmio in bolletta.

Esistono due opzioni quando si decide di installare i pannelli isolanti: posizionarli esternamente o internamente.

Entrambe le soluzioni ti permettono di avere un isolamento termico ottimale.

Tuttavia, se decidi di applicare i pannelli internamente, dovrai tenere in considerazione che verrà meno un po’ di spazio.

Nonostante ciò, al contrario di quelli esterni, puoi scegliere dei pannelli interni di minor spessore, che ovviamente non perdono la loro efficacia.

Il cappotto interno richiede, inoltre, una spesa minore e tempi di posa brevi.

La soluzione esterna è quella più comunemente usata, specialmente in edifici di ridotte dimensioni o ville unifamiliari.

Un vantaggio di questa applicazione è che i pannelli prevengono anche i danni alle pareti esterne.


Ristrutturare il tetto

Le parti fondamentali di una casa sono il tetto e gli infissi.

Questi elementi sono quelli che creano i ponti termici: aree in cui esiste una discontinuità che permette uno scambio di calore tra gli interni e gli esterni.

Questo significa che dovrai utilizzare più energia per riscaldare o rinfrescare la casa.

Per questo motivo bisogna provvedere alla corretta manutenzione del tetto e delle finestre, o se è necessario, alla loro sostituzione o ristrutturazione.
Si può intervenire sul tetto con l’installazione di pannelli isolanti, seguendo le stesse modalità del cappotto termico.

Il lavoro richiede tempo ma ti darà risultati ottimali fin da subito.

È anche importante considerare la realizzazione di un tetto ventilato, che contribuisce al mantenimento dei pannelli e aumenta il comfort degli ambienti sottostanti.

Sostituire gli infissi è, al contrario, un intervento molto semplice e che richiede poco tempo.

Scegliere dei materiali isolanti e naturali come il legno ti permette di avere ambienti isolati nel pieno rispetto della natura.

Riscaldare gli interni risulterà più veloce ed efficace e ti farà risparmiare energia.

Share

Recommended Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *