Trasloco:consigli per organizzarsi

Trasloco:consigli per organizzarsi
by

Come organizzare al meglio il tuo trasferimento?

Una volta presa la decisione di trasferirsi e aver trovato la nuova casa, iniziano le operazioni di trasloco.

Cambiare quartiere, non è come doversi trasferire in un’altra città oppure all’estero, ma alcune indicazioni di base rimangono invariate.

Una delle prime decisioni da prendere riguarda la selezione dei mobili e degli oggetti personali che vorrai portare con voi e quelli di cui potrai fare a meno.

 


Come decidere che cosa portare nella casa nuova?

Se si tratta del tuo primo appartamento, questa fase è abbastanza semplice perché dovrai occuparti di trasferire solamente di vestiti, oggetti personali ed eventualmente qualche mobile non molto ingombrante.
Nel caso in cui dovrai cambiare casa, si aprono diversi scenari e possibilità.

Potrai, ad esempio, vendere l’appartamento ammobiliato, alternativa più complessa, che funziona meglio per l’affitto.

Un’altra possibilità è decidere di portare con te tutto quello che hai, ma ti troverai probabilmente con mobili che non andranno bene per la nuova casa e avrai investito inutilmente nel trasporto.

Per decidere quale sia l’alternativa giusta per te, considera tutti i pro e contro.

Trasferire l’arredamento è un’operazione complessa ma ha i suoi lati positivi: sarai circondato dagli oggetti a cui sei più affezionato e non dovrai investire in nuovi mobili.

Per contro non tutti gli elementi sono semplici da trasportare, alcuni  possono essere smontati con facilità, altri no.

Questo, insieme alla distanza da percorrere, fa aumentare il costo finale del trasloco.

Organizzare lo spostamento dell’intero arredamento non è semplice, è meglio affidarsi a ditte specializzate.

La soluzione migliore generalmente è la via di mezzo: prendersi del tempo e selezionare solamente quello che vale la pena tenere, considerando diversi fattori, tra cui il valore reale e affettivo che hanno i mobili o gli oggetti personali, se sono davvero comodi e in buone condizioni e, infine se rispecchiano ancora il tuo stile.

Nel caso in cui si tratti di mobili di famiglia a cui sei particolarmente legato e sono di buona qualità, vale la pena tenerli.

Questo non significa buttare tutto quello che deciderai di non portare con te.

Pianificando per tempo, si può scegliere tra diverse opzioni: organizzare un mercatino dell’usato per vendere tutto quello che è ancora in buone condizioni, oppure regalare ad amici quello di cui hanno bisogno.

Rivolgendosi alle associazioni benefiche, invece, potrai approfittare del tuo trasferimento per fare un bel gesto di solidarietà.

Una volta terminata la sistemazione di tutti i tuoi oggetti personali, prenditi il tempo necessario per rendere la tua nuova casa accogliente, in modo che rispecchi il tuo stile.


Da dove iniziare?

Pianificare il nuovo arredamento è fondamentale.

Prima del trasloco vero e proprio, effettua un sopralluogo, prendi le misure e, piantina alla mano, inizia a pensare dove potrebbero essere posizionati i mobili.

Per semplificare le operazioni di scarico e di posizionamento delle scatole, utilizza etichette di colori diversi a seconda delle stanze a cui sono destinate e supervisiona le operazioni.
A questo punto, controlla che tutte le utenze della casa siano funzionanti, non ti dimenticare anche di internet e della linea telefonica.

Considera che per la connessione, soprattutto se si tratta di fibra ottica, le tempistiche possono essere lunghe.

Nel momento in cui il trambusto del trasloco finisce e ti troverai con una casa piena di scatoloni da dover sistemare, inizia dall’essenziale.

Questo significa muoversi per priorità, partendo da quello che ti serve subito come la camera da letto, per poi spostarsi verso cucina e bagno.

In questo momento ti farà comodo raccogliere in una valigia i “generi di prima necessità”, come un cambio e un paio di lenzuola e tutto quello che ti potrà essere utile nei primi giorni, per evitare di dover aprire tutte le scatole per cercarli.

Quando la tua casa sarà completa, potrai continuare a sistemare il resto, partendo dalle stanze che utilizzi più di frequente.

Se hai dei bambini, dai la priorità alla loro cameretta: si sentiranno più tranquilli sapendo di essere in un ambiente non confusionario, circondati dai loro giochi.

Una volta che tutto risulterà a posto, potrai prenderti tempo per sistemare e decorare.

Cambiare ambiente ti offre l’opportunità di dare libero sfogo alla fantasia, giocando con i colori e inserendo gli elementi e i mobili mancanti per completare l’insieme.

Avrai la possibilità di sperimentare e accostare diverse tecniche di arredamento e di utilizzare con creatività luci e colori.

Nell’acquisto di nuovi pezzi, punta sulla qualità e durabilità.

Se vuoi divertirti a giocare con la tua creatività, cerca anche pezzi unici nei mercatini dell’usato o su siti specializzati.

Basta un solo elemento per dare carattere a tutto l’ambiente.

Infine, quando sistemi la nuova casa non avere fretta e metti in conto che sarà un continuo work-in-progress per migliorarla sempre di più.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *