Fotoregali: cosa sono e come sfruttarli

fotoregalo arscity
by

Tutti noi nel tempo abbiamo accumulato decine, molto probabilmente centinaia, o anche migliaia di foto.

Si tratta di immagini scattate durante le vacanze, ma magari anche al ristorante con gli amici o durante una breve gita.

fotoregalo arscity

Tutte queste immagini le possiamo oggi sfruttare per creare dei piacevoli e divertenti fotoregali, grazie al servizio di fotoregali CEWE.


Cos’è un fotoregalo

Cominciamo dal chiarire cosa sia un fotoregalo.

Si tratta di un oggetto che viene personalizzato con un’immagine a nostra scelta. Generalmente si utilizzano immagini che si possiedono, quindi ad esempio una foto che ci ritrae con il partner, oppure si possono anche scegliere immagini che si possono trovare in rete.

fotoregalo arscity

L’unica caratteristica che devono avere è quella di essere in formato digitale e con una buona risoluzione, altrimenti si rischia di ottenere immagini troppo sgranate o di scarsa qualità.

Gli oggetti che si possono personalizzare con una fotografia sono molteplici, sul sito CEWE troviamo tazze di ogni misura, porta chiavi, quaderni, libri, puzzle, cuscini, magliette.

La scelta sta totalmente a noi e dipende anche dal tipo di regalo che intendiamo fare.

fotoregalo arscity

Ci sono persone che donano una piccola targhetta ai colleghi quando vanno in pensione, altre che utilizzano il fotoregalo per creare un calendario colmo di ricordi o piccoli quadretti da consegnare a tutti i parenti per Natale.

Ovviamente molto dipende dall’occasione per cui si decide di donare un fotoregalo, così come dal tipo di fotografie che si vogliono utilizzare.


Come preparare un fotoregalo

Nonostante quanto si possa pensare, creare un fotoregalo è un gioco da ragazzi e non serve avere grandi conoscenze in fatto di tecnologia.

Basta accedere al sito per trovare un pratico software in grado di aiutarci nell’eventuale correzione dell’immagine da utilizzare per la stampa digitale, oltre a guadarci passo passo nella creazione dell’oggetto: si può scegliere che tipo di regalo utilizzare, le dimensioni della fotografia, la posizione in cui stamparla sull’oggetto scelto.

fotoregalo arscity

Stiamo parlando di un software gratuito, con il quale possiamo preparare numerosi regali diversi, anche offline, per poi valutare di quale richiedere l’effettiva realizzazione e quali invece scartare, o conservare per un’altra occasione.

Come dicevamo, il software è stato ideato proprio per essere utilizzato da qualsiasi tipo di utente, quindi è molto semplice e non serve avere particolari conoscenze su come funziona la stampa fotografia per ottenere prodotti di buona qualità.


La foto da utilizzare

Ovviamente per dare vita ad un fotoregalo che sia bello e che verrà ammirato negli anni è importante utilizzare fotografie di buona qualità.

Appare chiaro come una tazza con la stampa di una pessima foto sarà ovviamente una bruttissima tazza, che chi la riceve in regalo chiuderà in un cassetto cercando di dimenticarsela.

fotoregalo arscity

Ognuno poi ha i propri gusti personali, che dipendono anche dal motivo per cui stiamo preparando un fotoregalo.

Se vogliamo fare un piccolo omaggio alla fidanzata allora magari sarebbe opportuno scegliere una foto che ci ritrae insieme; se invece vogliamo dare vita alle bomboniere per la nostra laurea magari utilizzeremo una fotografia in cui siamo soli.

L’importante è che si tratti di fotografie che hanno un certo valore e una buona qualità.

fotoregalo arscity

Possiamo comunque approfittare dei software di fotoritocco reperibili in rete, disponibili anche direttamente sui siti che ci consentono di realizzare fotoregali.

Si tratta di software in grado di migliorare il contrasto delle nostre fotografie, così come di eliminare eventuali sfocature o di rendere più nitidi i colori.

fotoregalo arscity

Volendo possiamo anche modificare l’inquadratura, ritagliando l’immagine a nostro piacimento.

L’importante è che il risultato sia comunque di buona qualità e ad alta definizione, per evitare di ottenere una foto molto sgranata o poco definita.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *