fbpx

Ricercatori in sciopero: ad Architettura i primi rinvii

Ricercatori in sciopero: ad Architettura i primi rinvii

Da anni che le cose nell’università non vanno, la mia personale esperienza è legata al Politecnico, o meglio a quel mondo parallelo che è la Facoltà di Architettura, al Castello del Valentino o in Via Boggio, dove i problemi emergevano già dal mio primo anno di matricola anche se con il tempo le cose sono notevolmente peggiorate.

Centinaia di studenti stipati in classi minuscole, (quest’anno le matricole sono circa 750), carenza di posti, di attrezzature, di insegnanti e di collaboratori che siano in un numero adeguato rispetto al numero spropositato di studenti. Il tutto però senza dimenticare che le tasse che gli iscritti devono pagare non sono certo da poco!!

Il Consiglio di Interfacoltà di Architettura ha votato all’unanimità per il rinvio delle lezioni, in quanto i ricercatori si sono ribellati ad una situazione insostenibile, aggravata dalla nuova riforma Gelmini, ore di lezione che non gli spettano, possibilità di far carriera negata, e un futuro certo di precariato. Se ci si lamenta tanto dell’ignoranza di massa presente oggi nella società e della mancanza di professionisti preparati bisognerebbe partire col risanare quelle istituzioni nate per istruire e formare, che oggi navigano sempre di più in cattive acque.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *