Star Wars:parte 2

Star Wars:parte 2
by

Secondo appuntamento con la saga di Star Wars e alcuni oggetti di design che ho scoperto ultimamente. Quelli che vi presento oggi sono sicura che vi lasceranno senza fiato: si tratta della collezione Star Wars edition delle penne Napkin Forever.star wars 5

Per incominciare devo parlarvi dei prodotti Napkin Forever: sono una serie di penne molto particolari, diversi modelli accomunati tutti dalla loro punta realizzata in Ethergraf, materiale che gli permette di poter scrivere in maniera infinita, senza aver bisogno di ricarica.

Come è possibile?

Grazie al processo di ossidazione dovuto al naturale contatto tra la punta e la carta.

Io ho avuto modo di vedere tutti i vari modelli dal vivo e di provarli (Pinifarina, Prima, Primina e Cuban) e vi assicuro che sono davvero unici, oggetti curati in ogni dettaglio e con uno stile originale.

star wars 3

IMG_3562

Proprio perchè i prodotti sono legati al concetto di infinito grazie alla ricarica della penna che non si esaurisce mai, hanno pensato bene di creare una edizione tutta dedicata al mondo Star Wars.

Il risultato potete vederlo in queste foto: è spettacolare!

star wars 4

Questa è Prima:la penna in colore acciaio riporta il logo di Star Wars oltre al marchio dell’azienda, la comoda custodia in cartone color argento è personalizzata con logo e astronave della saga.

star wars 7

star wars 6

Le due penne più piccole sono Primina, disponibili in due differenti versioni, due colori, una bianca e una nera per riprendere ovviamente le due fazioni del film: il bene o il male, Stoormtrooper o Darth Veder.

star wars 8star wars 9

star wars 10star wars 11

star wars 12

Infine l’elegantissima Pininfarina, una penna realizzata in legno e alluminio con punta in ethergraf. Custodita in un cofanetto, che serve anche come base per la penna stesa, è realizzato per l’edizione in Star wars in colore nero, con logo della saga: un oggetto davvero raffinato.

star wars 13 star wars 15star wars 14

star wars 16

Cosa ne dite, vi sono piaciute?

Tutte le informazioni le trovate sul sito di Napkin.

Share

Comments

  1. […] Ve ne avevo già parlato in questo post […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *