Barcelona Design Week 2019

Barcelona Design Week 2019
by

Barcellona capitale di arte e design

Barcellona è una città famosa in tutto il mondo per i suoi colori, per la sua vivacità culturale, per la creatività dei suoi abitanti.

È una delle città che ha segnato alcune tra le più importanti tendenze culturali del Novecento, lasciando la sua impronta in alcune delle più significative esperienze dell’arte figurativa, della musica e del design.

Basti pensare a Gaudì e Mirò, alle loro architetture moderniste, colorate e audaci che hanno dato a Barcellona una fisionomia unica.

Nel corso dei decenni Barcellona ha saputo mantenere questa sua identità, confermandosi negli ultimi decenni come una delle città più amate dai creativi di tutto il mondo: architetti, designer, illustratori, registri, fotografi, e non solo.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

La Barcelona Design Week 2019

Tanti sono gli eventi che ogni anno vengono dedicati al mondo del design, tra di questi uno dei più importanti è la Barcelona Design Week 2019, che giunta alla sua 14° edizione, quest’anno si terrà dal 12 al 20 giugno.

La Barcellona Design Week fa parte della rete delle World Design Weeks, un network che si propone di organizzare e promuovere ovunque nel mondo eventi legati al mondo del design, favorendo la connessione a livello globale tra i professionisti del settore, avvicinando le persone comuni a questo mondo.

La Barcelona Design Week 2019 è infatti un evento cittadino, per tutta la città.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

In programma ci sono mostre, workshop, proiezione di film, conferenze e molto altro ancora.

L’obiettivo principale di questa manifestazione è quello di far conoscere le novità del design al grande pubblico e di mobilitare le energie interne di questo mondo, sottolineando la rilevanza del design tanto dal punto di vista sociale, che dal punto di vista della crescita e dello sviluppo economico.

Si legano insieme moda, architettura, interior design, grafica e artigianato. Si vuole ribadire che in ogni sua forma il design ha un ruolo importante di fronte alle attuali sfide dell’umanità.

Il design può cambiare in modo radicale la vita delle persone di tutto il mondo, questo è il tema di riflessione principale dell’evento.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

L’edizione di quest’anno non a caso prende il titolo “Transicions”.

Tutto è in perenne transizione e nel nostro tempo questo è più che mai evidente, a livello globale.

Si sente la necessità di cambiamenti sociali, economici e produttivi, soprattutto in quei luoghi dove la sopravvivenza stessa dell’umanità viene messa in dubbio da comportamenti umani scellerati.

Forte è la necessità di riportare la persona e il suo benessere al centro dell’attività umana, di creare nuove città intelligenti, di coniugare innovazione e rispetto tanto per l’ambiente che per l’uomo stesso.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

Si terrà una serie di attività dal titolo “Good Design is…”, proprio per definire l’identità del buon design contemporaneo e quali siano oggi i suoi obiettivi principali. La riflessione si baserà sui “10 principi di buon design” di Dieter Rams, il designer tedesco padre del “Less, but better”, la cui lezione continua a far scuola ed ispirare.  

Tanti gli incontri e le conferenze. Spuntano nomi del calibro di Anne Lacaton, Maria ke Fisherman, Curro Claret, Deutsche & Japaner, Tina Gorjanc, Apparat e Lacol. A moderare i dibatti sarà presente José Luis de Vicente. Tra gli italiani ci sarà Mario Trimarchi con l’esposizione “Transizioni. La ricerca della frontiera tra l’utile e l’inutile”. Promossa dall’Istituto Italiano di Cultura di Barcellona, la mostra di ben 40 disegni originali dell’architetto e designer italiano è stata organizzata in collaborazione con il Barcelona Centre del Disseny.


Tutti gli eventi dell’estate a Barcellona

La cornice di questo festival è quanto mai interessante. Camminando per le vie di Barcellona si possono ammirare tantissimi capolavori dell’architettura e del design.

A tal fine, è stata ideata un’app gratuita del nome BNC Design Tour, che permette di scoprire tanti tesori del design di Barcellona senza sforzo e a costo zero, semplicemente attivando la geolocalizzazione sul proprio smartphone e passeggiando per la città.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

Tanta la musica, durante i giorni della Barcelona Design Week. Dal 11 al 16 giugno si terrà il festival di musica elettronica Off Week al Parc del Fòrum di Barcellona.

Non solo, ma per gli amanti dei motori domenica 16 giugno a Montmelò si correrà il MotoGP di Catalunya.

Tutta l’estate catalana sarà animata da eventi di ogni tipo. Tra il 23 e il 24 giugno ci saranno grandi festeggiamenti per la festa di Sant Joan.

Le feste popolari proseguiranno per tutta l’estate fino ad agosto, mese durante il quale si celebra la Festa de Gràcia dal 14 al 20 agosto. La città sarà piena di festa e di turisti. Dal 20 agosto al 1° settembre si terrà anche l’EPT Barcelona, tappa fissa per gli appassionati del poker. Torna a Barcellona anche DGTL Festival, che ritorna con il meglio di house, techno e scenografie avveniristiche tra il 23 e 24 agosto.

Barcellona design week 2019:inizia la manifestazione spagnola dedicata al mondeo del design, titolo di questa edizione “Transicions”.

Sempre nello stesso mese, gli appassionati di architettura non si possono perdere “Le notti magiche nella Casa Batlló”.

Nelle notti di agosto, ogni giorno sarà possibile assistere ad un concerto in una delle opere più note di Antoni Gaudì. Il biglietto, dal corso di 39€, comprende un concerto in terrazza, la visita alla casa e una consumazione. Lo stesso sarà possibile anche per la Casa Milà, detta La Pedrera, sempre opera di Gaudì. Al prezzo di 35€ (compresa consumazione) tutti i venerdì e sabato del mese si potrà si potrà visitare l’edificio e ascoltare un concerto jazz su uno dei tetti più suggestivi della città.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *