fbpx

Architettura di cioccolata

Architettura di cioccolata
Devo dire che è una cosa che mi lascia abbastanza perplessa: il grande architetto ormai diventato centenario, Oscar Niemeyer, autore di opere straordinarie come la costruzione della città di Brasilia, si è prestato a disegnare una barretta di cioccolato per il celebre ristorante stellato Aquim.
Il cioccolato, dal nome Q, ha una forma accattivante, che richiama lo stile inconfondibile delle opere dell’architetto, forme molto scultoree ma fluide, dinamiche, sinuose. Il tutto accompagnato da un packaging sofisticato, un cofanetto di legno con all’interno 7 diversi tipi di cioccolato fondente, realizzati utilizzando le migliori produzioni di cacao sudamericano.
Io però mi chiedo, la necessità di realizzare un’operazione del genere, capisco il ristorante che ha voluto ingaggiare un famoso architetto per cercare di dare maggiore lustro e pubblicità al prodotto, capisco invece meno bene un architetto del calibro di Niemeyer che decide di partecipare a una operazione del genere. Non c’è niente di male certo però non si tratta di un oggetto di design, o di una realizzazione di una certa particolarità o innovativo, per questo forse questa barretta di cioccolato lascia in bocca solo un gusto di tornaconto economico e pubblicità

 

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *