fbpx

World Water Day

World Water Day


L’acqua è un bene primario per la vita dell’uomo e del pianeta. Quest’ anno il tema scelto dalle Nazioni Unite è “Acqua per le Citta’: come rispondere alle sfide dell’urbanizzazione”, scelta non casule se si considera l’aumento progressivo della popolazione e la crescita vertiginosa delle città. La popolazione urbana avanza infatti al ritmo di 2 persone al secondo, attualmente metà della popolazione mondiale vive nelle città, ma la percentuale entro due decenni è destinata a salire al 60%, con punte del 95% nei Paesi in via di sviluppo. Questo comporta una serie di problematiche che se non affrontate potrebbero portare a conseguenze molto gravi,già oggi ben 828 milioni di persone vivono in baraccopoli o in insediamenti impropri, senza adeguati servizi idrici e igienico-sanitari. Hanno carenza d’acqua che sono costretti a pagare fino a 50 volte in piu’ rispetto ai loro vicini piu’ ricchi, poiche’ spesso devono comprarla da fornitori privati.Questo comporta a sua volta un aumento dei rifiuti da smaltire, che spesso finiscono a loro volta nei corsi d’acqua provocando lo sviluppo di malattie come il colera e la malaria.Situazioni che non miglioreranno se non si procede con delle scelte politiche sociali ben mirate, con interventi puntuali e condivisi dalla popolazione e dai governi.Senza dimenticare che a fronte di milioni di persone senza acqua ci sono paesi che ne sprecano in continuazione con perdite nelle reti di distribuzione urbana che arrivano anche al 50%, una stima annuale che si aggira tra i 250 e i 500 milioni di metri cubi di acqua potabile smarrita nelle grandi citta’, che invece potrebbe rifornire dai 10 ai 20 milioni di persone.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *