fbpx

Home tour: idee da copiare per personalizzare la nostra casa

Home tour: idee da copiare per personalizzare la nostra casa
by

Gli home tour

Nel blog non ne parlo molto e sono pochi i post dedicati a questo argomento, ma nella realtà io adoro gli home tour.

Sono molto curiosa e mi piace andare a “sbirciare” nelle case degli altri perché penso che le abitazioni siano sempre ricche di molte informazioni.

L’arredamento, le scelte cromatiche di complementi d’arredo e accessori, i soprammobili, possono fornire un’indicazione sulla personalità di chi abita in quegli ambienti, e mi piace cercare di scoprire qualche dettaglio delle persone solo attraverso gli oggetti che hanno scelto per la loro casa

Inoltre grazie agli home tour si possono sempre trovare nuovi spunti, nuove idee da copiare per la propria casa:
può essere la scelta di una certa carta da parati, o la soluzione adottata per personalizzare una parete o un’angolo della stanza.

Oggi ho deciso di portarvi a Goteborg in Svezia, per un home tour luminoso e pieno di piccoli dettagli da copiare: pronti a partire?


Un home tour minimal chic

Siamo in una abitazione del primi del ‘900, a ricordo del suo elegante passato si possono ammirare gli stucchi e i rosoni che decorano le alte pareti e i soffitti.

Un appartamento di dimensioni contenute e dalla planimetria non troppo regolare, le stanze si succedono in maniera lineare, adattandosi alle rientranze e alle curvature delle pareti.
Interessante vedere come siano state trovate delle soluzioni originali per cercare di sfruttare ogni ambiente e utilizzare tutto lo spazio, ma andiamo con ordine.

Dall’entrata passiamo subito nel cuore della casa, nella stanza sicuramente più caratteristica: il salotto.
Quello che colpisce e caratterizza questa stanza è la carta da parati che tappezza ogni parete, anche quella dove è posizionato il camino.

Possiamo dire che questo è il primo elemento da copiare: potete scegliere una carta da parati o un colore molto particolare e usarlo per l’intera stanza, creando un effetto di scatola magica, di ambiente racchiuso, intimo, familiare.

[ qui trovate un elenco con tantissime modelli di carte da parati ]

Basteranno poi pochi elementi, pochi oggetti, per completare l’arredamento della stanza.

Dal salotto passiamo alla camera da letto:
qui la prima cosa che balza all’occhio è il tappeto, che non troviamo a terra ma appeso alla parete, usato come un po’ come elemento di decorazione e un po’ come testiera del letto.

Non si tratta proprio di un’usanza nuova, ai tempi di Shakespeare i tappeti erano troppo preziosi per essere calpestati, venivano quindi appesi ai muri o stesi sui tavoli, spesso venivano conservati nelle cassapanche e tirati fuori solo per fare colpo su qualche ospite speciale.

C’è da dire che ormai al giorno d’oggi siamo soliti stendere i tappeti a terra, ma questa rimane un’idea decisamente particolare, perfetta quando abbiamo un modello particolarmente bello che vogliamo sfoggiare.

Guardando la pianta della casa, ci rendiamo conto di come la camera da letto abbia una forma decisamente insolita, difficile da arredare.
In queste situazioni, le soluzioni possibili sono due: fare realizzare dei mobili su misura, in modo da sfruttare lo spazio al meglio, oppure cercare di adattare gli arredi che abbiamo a disposizione anche con soluzioni insolite e originali.

In questa stanza possiamo vedere come abbiano deciso di fare realizzare delle mensole in legno su misura in modo da sfruttare la nicchia vicina al letto, e di come abbiamo usato la zona di fronte alla finestra posizionando un tavolo da adibire a postazione di lavoro.
Lo spazio così ristretto e la presenza di finestra e termosifone non fornivano molte soluzioni possibili.

In cucina l’idea da copiare è sicuramente quella di cercare di far dialogare il nuovo con l’antico, di utilizzare complementi d’arredo diciamo vintage in maniera nuova e moderna.

Un lampadario elegante che in passato veniva utilizzato in salotto e in corridoio, collocato in una cucina dal mood minimale, oppure una raccolta di cornici e di quadri trovati in case antiche o sulle bancarelle.

Arredi realizzati su misura e complementi d’arredo di seconda mano, pochi oggetti selezionati che riescono a dar carattere e personalità ad una cucina che rimane nel complesso semplice e minimale, ma anche calda e personale.

Cosa ne dite di questo home tour? Vi è piaciuto?
Si tratta di una che che è possibile acquistare o affittare, quindi se volete saperne di più cliccate sui credits.

Credits


Iscrivetevi!!

Newsletter: per avere contenuti extra, sconti e ricevere subito 101 siti di design per il vostro shopping!!

Share

Comments

  1. […] mi è venuta osservando uno degli home tour pubblicati sul blog [lo trovate qui] […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *