fbpx

Il colore blu: come utilizzarlo nel nostro arredamento

Il colore blu: come utilizzarlo nel nostro arredamento
by

Il colore del mese di Febbraio: il colore blu

Maggese, tranquil dawn, rosso, lavanda, oro, very peri, sono solo alcuni dei colori che lo scorso anno ti ho presentato nella rubrica dedicata ai colori del mese.

Mi sono accorta però di non avere mai parlato molto del colore blu.

Ho dedicato il mese di luglio al Blue Klein, ma si tratta di una tonalità di blu molto particolare, un colore inventato e brevettato, una sfumatura vibrante e intensa che non sempre viene utilizzata.

Il blu è uno dei colori primari più conosciuti, amati ed apprezzati al mondo: ho pensato meritasse un post tutto per lui.


Il colore blu: conosciamolo meglio

Il l blu è un colore molto utilizzato e apprezzato in quasi tutte le parti del mondo, è in particolare il colore preferito di più della metà della popolazione europea, molto più del verde (20 % delle risposte) e del rosso (8-10% ).

Se nell’antichità era inizialmente poco apprezzato perché associato ai barbari che utilizzavano questa tonalità cromatica per dipingersi il corpo prima della battaglia, in seguito la storia del blu cambia decisamente.

A partire dal XII secolo il blu viene rivalutato, comincia ad essere usato massicciamente in vari ambiti della vita quotidiana, arrivando in pochi decenni a divenire di moda nei tessuti degli abiti, negli emblemi, negli stemmi, nell’arte e nelle immagini.

La Madonna, prima rappresentata sempre a lutto con colori scuri, comincia ad essere ammantata di blu, la simbologia di questo colore cambia di livello sociale, acquisisce importanza e dignità.
Nel XVI secolo la riforma protestante insegnava che esistevano colori onesti (nero, bianco, grigio, marrone) e colori disonesti ( verde, giallo, rosso e le tonalità troppo calde o vivaci). Il blu non viene considerato, non viene messo al bando e quindi comincia ad essere molto utilizzato.

Per ricreare blu sempre più belli e profondi, si cercano nuove tinture: nel XVIII scoperte nel campo della chimica dei pigmenti porta alla realizzazione di nuovi blu (il blu di Prussia) più facile da ottenere e da utilizzare perchè anche più stabile per la pittura.

il colore blu

Nel XIX secolo, il declino del nero decreta il grande successo del blu, in particolare il blu marino comincia ad essere utilizzato dappertutto in sostituzione del nero in quanto viene considerato meno duro e austero e allo stesso più economico (ricordiamo che ottenere un vero nero, profondo e resistente è molto costoso).

Ancora oggi il colore blu caratterizza quasi tutte le uniformi ed è stato scelto come simbolo da grandi organismi internazionali come Onu, Unesco, Consiglio d’Europa : è un colore quasi neutro, che infonde calma, tranquillità, pace.

Il colore blu oltre ad avere una sua lunga storia personale, porta con sè una grande quantità di significati e simbologie:
è il colore dell’acqua, della vita, del freddo, ma anche della pace, dell’umiltà della Madonna; è il colore reale dell’aristocrazia dal sangue blu; simbolo dell’infinito, del sogno; colore della notte e della malinconia (blues).


Il colore blu come possiamo usarlo in casa

Lo ripeto sempre per utilizzare i colori nell’arredamento nel modo corretto bisogna dosare i colori pensando a come abbinarli con altre le tonalità cromatiche a seconda dell’effetto finale che si vuole ottenere.

Un ambiente total blue risulterà profondamente diverso rispetto alla stessa stanza pitturata di rosa e arredata con complementi d’arredo e accessori blu.
La stessa saturazione del colore può influenzarci in maniera differente: un blu saturo e scuro sarà più d’impatto, scenografico e buio rispetto ad un blu pastello.

Il colore blu è un colore facile da utilizzare, abbastanza neutro, si abbina perfettamente con qualsiasi colore, ma l’effetto finale ovviamente può mutare notevolmente.

Utilizzato spesso con il bianco, crea spazi rilassanti e freschi, in combinazione con altre tinte neutre dal beige al grigio aggiunge eleganza, se abbinato a cromie accese e molto sature, il blu diventa il compagno da sfondo ideale.

Mi sento di dire che il blu può rappresentare un valido comprimario: possiamo usarlo per farlo diventare protagonista della scena, oppure rilegarlo sullo sfondo per creare suggestioni ed atmosfere ricercate.

Perfetto per le stanze dedicate al relax come camera da letto e soggiorni, è un colore che in realtà può essere utilizzato dappertutto grazie alla sensazione di calma e quiete che riesce a ricreare.

Per questo motivo lo troviamo spesso anche in locali commerciali e nelle attività legate al benessere.

Si tratta di un colore conosciuto, amato e molto utilizzato: il blu è un colore importante, di impatto e carattere, capace allo stesso tempo di portare pace e quiete.

Se vuoi utilizzarlo nel tuo arredamento io consiglio di non relegarlo a qualche piccolo accessorio, è un colore che da il meglio di sè quando è molto presente: scegliete di utilizzarlo per le pareti, oppure di acquistare di questo colore un complemento d’arredo importante come un divano o un mobile.


Le moodboard dei colori del mese

Ritrovi qui le moodboard legate alla storia dei colori.

[trovate tutte le immagini su pinterest]
Al prossimo mese!


Iscrivetevi!!

Newsletter: per avere contenuti extra, sconti e ricevere subito 101 siti di design per il vostro shopping!!

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *