fbpx

Designer donne: 5 italiane da conoscere

Designer donne: 5 italiane da conoscere
by

Le donne nel design

Mi sono accorta che non vi parlo molto spesso delle designer donne:
quale occasione migliore della giornata internazionale delle donne per presentarvi meglio 5 giovani donne designer italiane e il loro importante lavoro?


Elena Salmistraro

Cominciamo con la mia preferita: Elena Salmistraro.
Mi è capitato di presentarvi diverse volte alcuni dei suoi lavori, in particolare la collezione Primates realizzata per Bosa (trovate qui un articolo che ne parla).

designer donne

Lo stile della designer Elena Salmistraro è inconfondibile, nonostante si occupi di progetti molto diversi tra loro, spaziando dai grandi complementi d’arredo (specchi e tappeti), agli oggetti di uso quotidiano ( come borse o borracce termiche), da progetti di interior design a oggettistica per la casa, la sua firma si riconosce subito.

È riuscita a creare in pochi anni un suo universo particolare, fatto di giochi di colore e creature zoomorfe: ha preso i mostri che disegnava da bambina per esorcizzare le sue paure e li ha trasformati in compagni di gioco, rendendoli forme iconiche, oggetti di design allegri e colorati.

designer donne

Dopo la laurea triennale in Fashion Design e gli studi di Industrial Design al Politecnico di Milano, ha iniziato la sua carriera sperimentando con la ceramica, e riuscendo da subito a collaborare con aziende di fascia medio alta come Bosa e CC -Tapis.

Tantissime le sue collaborazioni con aziende del calibro di Alessi, Seletti, Timberland, Bitossi Home, Ikea: porta il suo tocco pop ad ogni progetto, riuscendo a coniugare perfettamente arte e design.


Alessandra Baldereschi

Dal mondo pop di Elena Salmistraro passiamo a quello incantato della designer Alessandra Baldereschi.

designer donne

I suoi progetti sono minimali, ma al tempo stesso delicati, raffinati, poetici: dai complementi d’arredo che prendono vita da esili rami colorati, ai paraventi che richiamano leggiadri alberi, dagli specchi sostenuti da manine di esseri invisibili, ad animaletti che popolano bicchieri e accessori per la tavola.

designer donne

Natura ed elementi da fiaba personalizzano il design di Alessandra Baldereschi che formatasi tra l’Italia e il Giappone, riesce a mescolare arte e design in una sua personale ricerca artigianale, fatta di cura dei dettagli e romanticismo.


Francesca Lanzavecchia

Il nome della designer Francesca Lanzavecchia è legato a quello del suo collega Hunn Wai: insieme hanno dato vita nel 2010 al progetto creativo Lanzavecchia + Wai.

Il loro studio di design con sede sia in Italia che a Singapore realizza lavori che spaziano da edizioni limitate, a prodotti di massa per marchi come FIAM, Living Divani, Cappellini, De Castelli, Gallotti & Radice, Bosa, Nodus, Mirage a commissioni speciali per importanti marchi e musei come Hermès La Triennale di Milano, MAXXI, Alcantara, Antolini, Tod’s AgustaWestland.

designer donne

Lanzavecchia ha conseguito la laurea in Product Design al Politecnico di Milano, ha continuato i suoi studi alla Design Academy di Eindhoven, in Olanda, qui ha conosciuto Wai e hanno iniziato il loro sodalizio artistico.

Uno dei loro progetti che più ho amato è la collezione “No country for old me” (trovate qui il post), da questo è possibile capire la loro filosofia progettuale, in particolare Lanzavecchia è focalizzata sulle relazioni che gli oggetti hanno e possono avere con il corpo e l’anima dell’uomo oltre ad avere un occhio fervente per le tendenze future.


Cristina Celestino

Continuiamo a parlare di designer donne: ora vi presento Cristina Celestino.

designer donne

Dopo la laurea alla Facoltà di Architettura dell’Università IUAV di Venezia, l’architetto e designer Cristina Celestino ha lanciato il suo marchio Attico Design nel 2010 e successivamente ha aperto il suo studio di progettazione. La lista dei suoi clienti di spicco è andata allungandosi senza sosta di anno in anno, includendo marchi di moda e design del calibro di Fendi, Sergio Rossi, Tonelli, e BottegaNove.

Il suo lavoro si divide tra progetti di interni ed arredamento, tra piccoli oggetti d’arredo che fa produrre per il suo brand a tiratura limitata, e progetti di interni per aziende internazionali.

In ogni lavoro emerge il suo stile estremamente ricercato ed elegante, atmosfere caratterizzate da un sentimento onirico, surreale, echi di un passato pieno fascino, che gioca sapientemente con il colore e con le trame .


Ilaria Innocenti

La quinta designer donna che voglio presentarvi è Ilaria Innocenti.

designer donne

Ilaria Innocenti, designer, interior e art director emiliana vive e lavora a Milano, dove sviluppa progetti per clienti privati ​​e aziende. Nel 2010 ha creato il brand Ilaria.i e ha avuto da subito molto successo con la sua collezione di porcellane ABC: accessori per la tavola (e non solo) decorati a mano, pensati per essere utilizzati quotidianamente ma anche visti, appesi, osservati come complementi decorativi decorativi.

Ha uno stile fresco e originale, utilizza delicate grafiche, texture geometriche per dare vita ad oggetti ricchi di personalità che uniscono il lavoro artigianale ad una ricerca grafica dal mood contemporaneo.

designer donne
designer donne

Iscrivetevi!!

Newsletter: per avere contenuti extra, sconti e ricevere subito 101 siti di design per il vostro shopping!!

Share

Comments

  1. […] Se volete scoprire altre designer donne, vi consiglio questo post. […]

  2. […] tra le 500 ed 800 unità che portano la firma tra l’altro di designer del calibro di Lanzavecchia+Wai e Elena […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *